Statuti

DELLA COMMISSIONE INTERNAZIONALE DI STUDI SALESIANI (ICSS)

(versione rivista, agosto 2005)

Conformemente alle disposizioni dal 14° Capitolo Generale (1976), il Consiglio Generale, in accordo con i Provinciali e i Superiori Regionali, ha istituito un organismo permanente per la promozione degli studi salesiani con i seguenti statuti.

I. Studi salesiani

Con l’espressione “studi salesiani” si intendono studi riguardanti san Francesco di Sales, santa Giovanna di Chantal, padre Brisson, madre Maria di Sales Chappuis, le Monache della Visitazione S. Maria, gli Oblati e le Oblate di san Francesco di Sales, l’Istituto Secolare di san Francesco di Sales e tutta la famiglia salesiana. 
Questi studi si possono concepire secondo tre cerchi concentrici:

  • Nel cerchio più interno si colloca la ricerca di base.
  • Un secondo cerchio più ampio comprende le opere di divulgazione perché le scoperte fatte dalla ricerca di base siano accessibili alle persone non interessate alla ricerca scientifica, ma interessate a conoscere e vivere la dottrina salesiana.
  • Nelcerchio più esterno rientrano gli scritti destinati alle persone impegnate attivamente nella diffusione del pensiero e dello spirito salesiano mediante la stampa, i media, la predicazione e la direzione spirituale.

II. La Commissione internazionale

Per promuovere gli studi salesiani nei modo più completo possibile, sarà creata una Commissione Internazionale con il seguente regolamento:

  1. La Commissione comprende quattro Oblati, preferibilmente esperti in studi salesiani. Uno rappresenterà le aree di lingua inglese, un altro quelle di lingua francese e italiana, un terzo quelle di lingua tedesca e olandese e un quarto quelle di lingua spagnola e portoghese.
  2. I membri della Commissione sono nominati dal Consiglio Generale, in accordo con i rispettivi Provinciali e Superiori regionali. La durata del loro mandato è di tre anni. Per garantire la continuità, dopo i primi tre anni, uno dei membri sarà riconfermato per un anno supplementare, un altro per due anni, un altro per tre anni. È possibile rinominare gli stessi membri.
  3. La Commissione sarà sostenuta nei suoi lavori da alcuni consulenti che abbiano competenza in particolari settori (lingue, programmazione di siti Internet, archivi, attività editoriale, ecc.). I consulenti non sono membri dell’ICSS e di norma non prendono parte ai suoi incontri e alle sue deliberazioni. L’ICSS propone al Consiglio Generale il nome della persona da designare consulente con le motivazioni fondamentali. Il Consiglio Generale fa le sue osservazioni sul nome proposto e / o, se lo ritiene adatto, lo approva. La durata dell’incarico di consulente è di tre anni. L’incarico può essere riconfermato.
  4. La Commissione ha la funzione di promuovere gli Studi Salesiani:
    • informando su ciò che esiste o è in fase di esecuzione;
    • coordinando a livello internazionale studi e progetti proposti;
    • incoraggiando determinati studi e progetti, specialmente mediante una strettissima collaborazione con l’archivista del Generalato;
    • raccomandando alcuni progetti perché ottengano sostegno finanziario conformemente alle procedure previste per la loro approvazione;
    • sostenendo finanziariamente i progetti approvati dal Consiglio Generale secondo le regole previste nella Sezione IV.

 

      • Ogni anno la Commissione
  • redigerà un bilancio preventivo e lo presenterà al Consiglio Generale per l’approvazione. Esso includerà le seguenti spese:
        • le spese dei membri per la corrispondenza e i viaggi per le riunioni della Commissione;
        • le spese del Centro di Informazione per la pubblicazione regolare di un bollettino, per le circolari e per la corrispondenza;
        • per l’attrezzatura informatica richiesta per il mantenimento del sito degli studi salesiani;
        • soprattutto per il sostegno finanziario dei progetti, in accordo con le direttive per le procedure di approvazione.
          • Farà un rapporto annuale delle sue attività.
          • Valuterà le domande di sovvenzione di progetti.
          • Invierà un rapporto ai Provinciali e ai Superiori Regionali elencando tutti i progetti, raccomandati e non, con il bilancio preventivo delle somme richieste per ogni progetto. I Provinciali e i Regionali saranno invitati a notificare al Consiglio Generale la loro valutazione dei progetti proposti. Il Consiglio Generale deciderà in ultima istanza quali progetti saranno approvati per l’esecuzione.

III. Il Centro di Informazione

  • Sarà creato un centro elettronico di informazione: organo della Commissione Internazionale, esso sarà amministrato da un membro dell’ICSS o da altra persona designata per questa funzione dal Consiglio Generale. Tale persona sarà sotto la direzione dell’ICSS.
  • Il Centro di Informazione ha i seguenti compiti:
    • Raccoglie tutto ciò che viene comunicato su istituzioni, attività, studi e progetti, all’interno e all’esterno della Congregazione.
    • Diffonde queste informazioni mediante un bollettino pubblicato regolarmente, o in certi casi mediante circolari speciali.

3)    In ogni Provincia o Regione (o, in seguito ad accordo, in diverse Province/Regioni di una stessa lingua) sarà costituito un Centro regionale di Studi Salesiani, la cui amministrazione e orga­nizzazione saranno determinate dalle rispettive Province/Regioni. È auspicabile, se ciò è possibile, che si tratti di un centro elettronico collegato al WORLD WIDE WEB, il che permetterà un collegamento facile al sito degli Studi Salesiani dell’ICSS.

  • Questi Centri terranno regolarmente informato il Centro Internazionale di Informazione di tutto ciò che vale la pena conoscere riguardo agli Studi Salesiani e delle attività presenti nella loro zona.
  • Diffonderanno in modo adeguato l’informazione ricevuta dal Centro Internazionale.
  • Coordineranno le attività nella loro area geografica e incoraggiandole e sostenendole.

 
4)    Anche se l’ICSS mette l’accento sulle nuove tecnologie per gli Studi Salesiani, sulla loro diffusione e promozione, questo non significa che le forme più tradizionali siano sorpassate. Le nuove possibilità offerte da Internet non le sostituiscono, ma le completano.

IV. Finanziamento

1. L’ICSS opererà con un budget annuale approvato dal Consiglio Generale. In linea generale, esso non supererà i 15.000 $.

2. Questo budget sarà finanziato secondo le seguenti modalità: metà sarà un contributo, su base uguale, delle Province, l’altra metà in proporzione dei loro membri.

3. L’anno contabile della Commissione internazionale va dal 1° settembre al 31 agosto dell’anno seguente.

V. direttive per le procedure di Approvazione [dei finanziamenti]

Per il finanziamento di progetti che sono di interesse e di importanza per tutta la Congregazione si applicano le seguenti regole:

1. La Commissione Internazionale può suggerire di sua iniziativa dei progetti che presentano un interesse immediato per tutta la Congregazione e raccomandarli per una sovvenzione.

2. Singoli Oblati o gruppi di Oblati possono richiedere aiuti finanziari per la promozione di progetti specifici secondo la seguente procedura:
a) Per ogni singolo progetto si deve sottoporre una domanda separata, usando il modulo apposito [vd. “Application form”], al Presidente dell’ICSS entro il 30 aprile precedente l’inizio del nuovo anno contabile.
b) La Commissione valuta tutte le domande secondo la loro utilità per gli studi salesiani e le presenta, con la relativa valutazione, al Generale e al suo Consiglio, ai Provinciali e ai Regionali.
c) Il Consiglio Generale, dopo aver ricevuto le osservazioni dei Provinciali, dei Regionali e dell’ICSS, decide se assegnare una sovvenzione e il relativo importo.
d) Tutti coloro che hanno fatto domanda saranno informati per iscritto dal Presidente della Commissione della decisione riguardo alla loro richiesta. La Congregazione sarà informata dal Generalato.
e) Coloro che hanno ricevuto una sovvenzione dovranno fornire un rapporto annuale scritto, indicante se e come essi hanno eseguito il loro progetto. Questo rapporto deve essere presentato al Presidente dell’ICSS entro il 1° giugno.

3. La sovvenzione di progetti di studi salesiani avviene nel modo seguente:
a) Di norma, non si prevedrà un pagamento del tempo di lavoro degli Oblati.
b) È data priorità ai progetti di immediata utilità per l’intera Congregazione e che corrispondono alle priorità attualmente raccomandate dalla ICSS e approvate dal Consiglio Generale. Questi progetto saranno interamente finanziati dal budget della Commissione Internazionale. In futuro saranno ugualmente finanziati i progetti e gli studi importanti per la ricerca salesiana, anche se non sono forniti in forma digitale.
c) Per tutti gli altri progetti, metà della sovvenzione accordata sarà a carico della provincia da cui provengono le richieste e l’altra metà sarà a carico del budget della Commissione Internazionale.
d) Le traduzioni di documenti salesiani e oblati giudicati utili potranno essere oggetto di una sovvenzione.
e) I progetti approvati in corso di esecuzione non saranno sovvenzionati per più di tre anni. Dopo il periodo sovvenzionato, essi dovranno essere in grado di sostenersi finanziariamente.